Boxer

 

20 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Germania
Classificazione F.C.I.: Gruppo 2 – cani di tipo pinscher, schnauzer, molossoide e cani bovari svizzeri.
Gli esperti sono quasi tutti concordi nel pensare che i progenitori del Boxer siano stati dei grandi cani robusti chiamati “Bullenbeisser”, a loro volta discendenti dei grandi molossi macedoni.

Lo sviluppo della razza moderna che noi tutti conosciamo, ha avuto inizio alla fine dell’Ottocento, quando nella città di Monaco di Baviera, alcuni cinofili decisero di incrociare i “Bullenbeisser” con i “Bulldog inglesi”; i risultati di questi incroci vennero battezzati “Boxer”, a causa della loro forza ed agilità. Ci fu in seguito molte selezioni per fissare bene i caratteri della nuova razza ed eliminare i soggetti con il mantello molto chiaro.

Questa grande selezione permise di mandare avanti soggetti più snelli e con una maggiore agilità. Fu così che a Monaco di Baviera venne fondato il primo “Boxer club”. Nei decenni successivi la razza prese subito un rapido sviluppo ed una rapida diffusione in moltissimi paesi europei. Dalla sua creazione, questa razza è sempre stata in crescita e in continua evoluzione, anche in Italia.

1 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

Aspetto generale e carattere

Aspetto generale: cane di media taglia, mesomorfo brachicefalo. Razza di eccellente costruzione con struttura corta e quadrata. La sua muscolatura è asciutta e ha una buona ossatura rispetto alla mole. Possiede un pelo raso e lucido. E’ un tipo di cane diverso da tutte le altre razze per la sua particolare morfologia.

9 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

Carattere: essendo una razza sottoposta a prova di lavoro, è molto intelligente e facilmente addestrabile. E’ un cane docile e molto attaccato alla famiglia. E’ possibile anche tenerlo in appartamento, data la sua mole non troppo grande ed il suo pelo pulito. Ama moltissimo passeggiare insieme al padrone e scoprire luoghi diversi.

Il suo carattere è magnifico se viene accudito e trattato in modo adeguato. Anche questa razza è classificata, giustamente, tra il gruppo dei cani da utilità, ma si può considerare anche a tutti gli effetto un eccellente cane da compagnia.

Rimane sempre un cane dai nervi saldi, impavido, adatto anche per difendere dagli intrusi la proprietà. Talvolta può manifestare incertezza e insidia; questo determina un grave difetto nel giudizio.

 

15 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

Standard

Altezza:
– maschi da 57 a 63 cm
– femmine da 53 a 59 cm
Peso:
– maschi circa 30 kg
– femmine circa 25 kg

25 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

Tronco:

costruito nel quadrato, con il tronco definito da alcune linee delimitanti ben precise. La profondità del torace è circa uguale alla metà dell’altezza al garrese. Il fianco deve essere corto e chiuso.

Testa e muso: aspetto molto importante per questa razza. Di giusta proporzione rispetto al corpo. Ci deve essere un armonia tra il cranio ed il muso. Il muso deve presentarsi largo e potente. Non deve mostrare né pieghe né giogaia.

Le mascelle anteriori sono molto larghe. Sulla fronte si vede un leggero solco frontale. L’occhio deve essere scuro. Gli assi cranio-facciali sono convergenti.

32 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

Tartufo: voluminoso e sempre di colore nero. Deve essere lievemente rincagnato.

 

Denti: regolarmente allineati, completi nel numero e nello sviluppo.

Collo: di giusta proporzione. Rotondo e privo di giogaia.

Pelle: aderente al corpo in ogni sua parte.

Arti: sempre in appiombo, forti e muscolosi. I posteriori sono fortemente muscolosi e sodi. La coscia deve essere di giuste      dimensioni.

Spalla: scapole lunghe, ben aderenti ed inclinate.

Muscolatura: scolpita ed evidente in tutto il corpo.

Coda: è portata in su.
Proporzioni: costruzione nel quadrato. La lunghezza del muso è circa la metà di quella del cranio e quindi 1/3 della lunghezza totale della testa.

Pelo: di uguale lunghezza in tutto il corpo; molto corto, liscio, fitto e lucente.

Colori ammessi: tigrato e fulvo (dal fulvo scuro al giallo).

Difetti piĂą ricorrenti: parallelismo degli assi cranio-facciali, criptorchidismo, monorchidismo, colori diversi da quelli indicati dallo standard, ambio, misure fuori standard, occhio chiaro, mancanze di premolari, presenza di eccessiva pelle, dorso di carpa, groppa troppo curvata, piede di lepre, posteriore scorretto, espressione truce.

26 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

Origini

Tipico del boxer è senza dubbio l’attaccamento quasi morboso che mostrerà nei vostri confronti: non vi lascerà un attimo di tregua, vi seguirà ovunque. E quella del boxer non è certo una presenza discreta e riservata: non si accontenta di vivere a fianco del padrone, vuole vivere COL padrone.

Se state potando una pianta presto vi troverete il nasone umido del vostro boxer tra le mani per controllare cosa fate o se cambiate stanza, anche solo per cinque minuti, subito il vostro amico vi seguirĂ !

6 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

Ricerca piĂą di ogni altra cosa il contatto fisico: anche quando peserĂ  30 Kg cercherĂ  ancora di sedersi in braccio a voi, quando lo ignorerete vi solleciterĂ  con decisi colpetti di muso a fargli una carezza e se distrattamente vi abbassate per allacciarvi una scarpa sicuramente ne approfitterĂ  per darvi una leccata in faccia.

Insomma è facile capire perchè un boxer debba necessariamente vivere in famiglia, con le persone che ama e non isolato in giardino: non saprà che farsene di tanto spazio: gli interessa solo stare con voi, anche un piccolo appartamento andrà benissimo, purchè lo portiate a correre e giocare.

23 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

Carattere

Proprio per questo attaccamento il boxer soffre moltissimo la solitudine ed è opportuno abituarlo gradualmente a rimanere solo per evitare i problemi dovuti all’ansia da separazione. Comunque è sempre bene non lasciarlo troppe ore solo.

Il boxer, a differenza di molti altri cani, non si affezionano solo ad una persona, ma si mostrerà affettuoso e disponibile con ogni membro della famiglia, in particolar modo con i bambini. Il boxer, soprattutto la femmina, è infatti considerato tra i cani più adatti a convivere con i bambini, con i quali è paziente ed attento, sempre disposto al gioco, ma allo stesso tempo delicato e gentile.

 

31 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

Con questo non voglio certo indurvi a pensare che il boxer sia una bambinaia: è sempre fondamentale insegnare al bambino a rispettare il proprio cane (non è certo un giocattolo!!) e spiegargli come comportarsi con lui, in modo che i due possano instaurare uno splendido rapporto che comunque dovrà sempre essere supervisionato da un adulto (come per qualsiasi altro cane!).

E potrete stare certi che il vostro boxer sarà un’efficientissima guardia del corpo: farà il possibile per difendere il suo piccolo amico da chiunque riterrà pericoloso,… e non stupitevi se brontolerà quando vi vedrà troppo arrabbiati col suo protetto!

Infatti il boxer è un valido cane da difesa ….

 30 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

 

Quando si decide di portare a casa un cucciolo lo si fa sempre con entusiasmo! Se hai preso questa decisione, stai per intraprendere un’avventura speciale, fatta di amore e gioie ma, anche, di responsabilità e doveri. Il tuo nuovo amico e “coinquilino” ha un linguaggio diverso dal tuo, che imparerai ad interpretare, bisogni diversi dai tuoi, che dovrai soddisfare, e ti sarà fedele come solo un cane sa fare!

 

A CHE ETA’ ADOTTARE UN CUCCIOLO?

 Nelle prime settimane di vita un cucciolo ha bisogno di stare con la mamma e i fratelli.

Non solo ha bisogno di latte e di calore, ma perché è in questo periodo che inizia la fase di socializzazione, fondamentale perché possa crescere equilibrato.

Essa inizia alla terza settimana di vita e dura fino al terzo mese: è adesso che il cucciolo impara, ad esempio, l’autocontrollo, indispensabile perché possa diventare un cane adulto affidabile.

L’età giusta per portare a casa un cucciolo è l’ottava settimana di vita. Separarlo prima dalla madre potrebbe significare avere un animale molto eccitabile, che non sa contenersi né controllare la forza del suo morso e che crea danni anche solo giocando.

 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

PREPARA LA TUA CASA AD ACCOGLIERLO!

In previsione dell’arrivo del tuo cucciolo, è bene preparare in casa una zona dedicata a lui. L’ideale è individuare una stanza il più possibile tranquilla e silenziosa, dove poter sistemare cuccia e ciotole, che devono essere separate tra di loro, ma ben individuabili e facilmente raggiungibili.

In futuro potrai sistemare le ciotole anche in un’altra stanza, ma nei primi giorni è meglio che il cucciolo abbia tutto ciò che gli serve “a portata di zampa”.

Nello scegliere la cuccia, ricorda che alla maggior parte dei cuccioli piace l’atmosfera della “tana”, che può essere simulata in modo molto semplice: ad esempio con una scatola di cartone rovesciata ed aperta da un lato o, ancor meglio, un “trasportino” con la porticina lasciata aperta.

Per i primi giorni sarebbe importante mettere nella cuccia qualcosa che abbia l’odore del posto dal quale proviene il cucciolo, ad esempio un po’ della lettiera utilizzata da mamma e cuccioli: in questo modo si sentirà a casa!

Poi potrai sostituirla con qualcosa di morbido, magari un tuo vecchio maglione: gli piacerĂ  dormire avvolto nel tuo odore.

Per quanto riguarda le ciotole, ne esistono di diversi tipi in commercio: l’ideale sarebbe sceglierle in acciaio o in ceramica, perché la plastica nel tempo può attivare reazioni allergiche, oltre a dare un cattivo sapore all’acqua.

Una buona idea è quella di procurarti, in farmacia o dal tuo veterinario, un diffusore per ambienti di “feromoni”. Si tratta di sostanze prive di odore, che sono normalmente prodotte dalla cagna, e che comunicheranno al cucciolo un messaggio tranquillizzante del tipo “va tutto bene: la mamma è qui”.

 16 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

CHE NOME SCEGLIERE?

Il nome giusto per il tuo cucciolo dev’essere breve e conciso, in modo che lui possa facilmente memorizzarlo.

Evita nomi lunghi da pronunciare o che suonino poco decisi.

E’ fondamentale che impari il suo nome e a rispondere al richiamo, per la tua e la sua sicurezza.

 14 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

IL PRIMO VIAGGIO IN MACCHINA

Nel caso in cui il cucciolo venga portato a casa in automobile, è consigliabile metterlo sul sedile posteriore con qualcuno accanto a controllarlo.

L’ideale è metterlo in un cesto accogliente, che contenga un po’ della lettiera proveniente dalla cuccia della mamma, la stessa che poi utilizzerai a casa. In questo modo si sentirà protetto.

Per fargli fare un’associazione piacevole, accarezzalo o fallo giocare, prima a macchina spenta e poi dopo aver acceso il motore. Se durante il viaggio noti segnali di disagio (ad esempio se si agita, sbadiglia frequentemente o si lecca le labbra) è meglio fermarsi per una piccola pausa, poiché potrebbero essere segnali di nausea.

Se  nei suoi primi viaggi dovesse vomitare o star male, nei giorni successivi dovresti riportarlo frequentemente in macchina per brevi giretti, o anche solo a fargli fare qualcosa di piacevole sulla macchina ferma, come mangiare o giocare. In questo modo gli passerà la paura.

12 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

BENVENUTO!

Dev’essere lasciato libero di ispezionare ed annusare l’interno ed eventualmente l’esterno della casa, ma in modo graduale.

Sistemalo inizialmente nella stanza che hai preparato per lui, e mostragli le sue ciotole e la sua cuccia.

Poi, quando l’avrà ispezionata, potrai farlo accedere in modo graduale anche a tutte le altre zone.

Se nella tua casa ci sono delle stanze nelle quali in futuro non vorrai farlo entrare, lascia comunque che possa vederle e conoscerle. In seguito gli insegnerai a non entrarci.

Devi imparare a rispettare gli spazi e i tempi del tuo cucciolo: quando dorme non svegliarlo (come i bambini ha bisogno di dormire molto), insegnali a stare solo e a non dipendere troppo da te.

 10 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

LA PRIMA NOTTE A CASA

La prima giornata insieme è trascorsa!

Ora è sera, e la prima notte nel nuovo ambiente non sarà facile per lui.

Se è molto piccolo, le prime notti puoi portare la sua cuccia in camera tua, in modo che percepisca la tua presenza: lasciarlo per la prima volta solo tutta la notte lo stesso giorno in cui è stato separato dalla mamma e dai fratelli potrebbe essere troppo!

E’ però importante che duri solo qualche giorno: entro una settimana dovrà abituarsi a dormire da solo.

Quando sarà il momento, sistemalo nella sua cuccia, accarezzalo e coccolalo prima di uscire dalla stanza. Se sei riuscito a mettere nel suo giaciglio la lettiera con l’odore della sua mamma, questo lo tranquillizzerà, e lo stesso faranno i feromoni.

Un’altra possibilità è quella di sistemare nella cuccia, avvolta in qualcosa di morbido, una vecchia sveglia, il cui ticchettio attutito ricorderà il battito del cuore della mamma. Oppure, per non farlo sentire solo, puoi anche lasciare una radio accesa, a basso volume: gli farà compagnia.

Quando comincerà a lamentarsi (è quasi certo!), cerca di resistere e di non correre subito da lui, per quanta tenerezza ti faccia: penserebbe che piangere è il giusto metodo per attirare la tua attenzione.

E’ però bene consolarlo e tranquillizzarlo, quindi aspetta un momento in cui è tranquillo e, solo allora, entra nella sua stanza: così capirà che il modo migliore per avere le tue attenzioni è rimanere quieto e riposare.

Abitualo anche di giorno a stare un po’ da solo, così la notte gli peserà meno. Ad esempio, puoi dargli qualcosa da mordicchiare ogni tanto ed uscire dalla stanza per mezz’ora: sarà un ottimo allenamento.

 7 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

SE HAI ALTRI ANIMALI

Se in casa tua vivono altri animali, è importante che l’incontro tra loro sia graduale. Per qualche giorno tienili separati, finché il nuovo arrivato si sarà abituato all’ambiente e a te.

Poi allontanalo brevemente dalla stanza dov’è posizionata la sua cuccia e lasciala ispezionare agli altri animali, in modo che comincino ad abituarsi al suo odore. Dopodichè, per il primo incontro, mettilo nel trasportino, e lascia che si annusino e si tocchino attraverso la gabbietta.

Dopo aver ripetuto questi “incontri controllati” per un paio di giorni, lasciali liberi di interagire, tenendoli d’occhio per poter intervenire in caso di necessità.

E’ importante non trascurare cani e gatti già presenti in casa nel primo periodo dopo l’arrivo del cucciolo: fai in modo che non si sentano messi da parte.

 4 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

L’EDUCAZIONE

E’ importante capire quali sono le regole etologiche del cucciolo, per imparare ad interpretare i suoi comportamenti e saperlo educare come farebbe la sua mamma.

Il cane è un animale sociale, proprio come l’uomo, e in natura la sua famiglia è il branco, un nucleo all’interno del quale ci sono regole precise. All’interno di questo gruppo sociale è sempre presente un leader: il soggetto più saggio, più forte, che si prende cura di tutti gli altri. Per un cane è importantissimo che nella famiglia in cui vive ci siano dei rapporti sociali chiari: ha bisogno di sapere che fa parte di essa e qual è il proprio ruolo al suo interno.

Sei tu che devi ricoprire il ruolo di leader: questo dev’essere chiaro al cane. Ciò risponderà al suo bisogno naturale di avere delle regole precise da seguire. Il cucciolo è un po’ come un bambino, ed ha bisogno di sapere dai genitori cosa è giusto e cosa è sbagliato in modo chiaro e coerente.

La coerenza è importantissima per il cane: se per un dato comportamento viene premiato e poi in seguito punito, si creerà in lui confusione e non capirà come si deve comportare. Ad esempio, se lasci che ti salti addosso quando sei in tuta da ginnastica, non potrai poi sgridarlo se lo farà quando sei in abito da lavoro!

Un leader che non è coerente con i suoi comportamenti perde di credibilità, ed il suo ruolo viene messo in discussione. Ricorda che fino a tre mesi di vita il cucciolo è nella fase più recettiva, nella quale sarà più facile educarlo: approfittane!

La regola più importante per educare un cucciolo è questa: è più efficace premiarlo quando si comporta bene, che punirlo quando si comporta male.

3 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

I PREMI

Il metodo migliore per insegnare a lui ciò che deve fare è dunque premiarlo quando fa la cosa giusta, anche se ciò avviene per caso. Se, ad esempio, ti accorgi che si sta sedendo, digli “SEDUTO”, e poi premialo: poco alla volta assocerà il comando all’azione.

Il premio sarĂ  un boccone prelibato, come un biscotto per cani che gli piaccia particolarmente, accompagnato da una parola affettuosa o da una carezza.

Se fa qualcosa che non deve, fermati, pensa a cosa vuole ottenere e non esaudire il suo desiderio; col tempo, l’atteggiamento diverrà sempre meno frequente: perché spendere energie per non ottenere nulla?

Di regola, i premi vanno dati alla fine dell’azione desiderata, ad esempio quando ha finito di fare pipì nel posto giusto. Se vuoi insegnargli a tornare al tuo richiamo, fallo accucciandoti ed usa un tono dolce, poi premialo quando arriva.

Non premiarlo mai gratuitamente: solo se c’è un giusto motivo.

Insegnali pochi comandi, usando sempre gli stessi termini e pronunciandoli in modo chiaro: ad esempio “NO”, “SEDUTO”, “VIENI” etc… Lui non può capire il significato delle nostre parole, ma si ricorderà il suono dei termini che gli insegnerai, ed imparerà ad associarli ad un’azione.

13 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

LE PUNIZIONI

A volte può essere necessario sgridarlo. Evita le punizioni fisiche e, piuttosto, ignoralo: è la punizione peggiore per lui, che cerca solo di avere le tue attenzioni. Per esempio, puoi incrociare le braccia e guardare in un’altra direzione, in modo che sia chiara la tua intenzione di non prestargli attenzione.

Quando lo sgridi non alzare la voce, ma usa un tono duro e secco: sarĂ  piĂą efficace. Guardalo dritto negli occhi, come farebbe un leader, quando vuoi essere autorevole.

Al contrario, evita di guardarlo insistentemente, facendolo sentire osservato, quando vuoi metterlo a suo agio. Un’altra possibilità, è quella di punirlo imitando le punizioni che metterebbe in atto la mamma: lei afferra i cuccioli per la collottola, senza mai fargli del male.

Puoi imitare questo gesto prendendo un po’ della pelle del collo di Spot con una mano, scuotendo leggermente. Altre volte, la mamma per sgridare i cuccioli li tiene con una zampa acquattati o a pancia all’aria, finché si calmano: anche questo gesto si può facilmente imitare.

Le punizioni, al contrario dei premi, vanno date durante l’azione indesiderata, e interrotte quando il cucciolo ha capito e, cioè, quando assume un atteggiamento di sottomissione (quando si acquatta, o si sdraia su un fianco o si mette a pancia all’aria).

Le punizioni fatte a posteriori (anche solo qualche minuto dopo la marachella) sono assolutamente inutili, perché il cucciolo non è più in grado di collegare i due eventi. Infine, ricorda che anche “far pace” ha un’importanza sociale!

11 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

IL LINGUAGGIO DEI CANI

 Come già detto, Spot non capirà le tue parole, ma capirà i tuoi toni di voce, i tuoi atteggiamenti e, spesso, percepirà i tuoi stati d’animo.

Tu, a tua volta, non potrai sempre capire ciò che lui sta cercando di comunicarti ma, pian piano, imparerai a conoscerlo e ad interpretare i suoi comportamenti meglio di quanto ti aspetti.

E’ il linguaggio “non verbale”. Se è vero che ogni cane è un soggetto a sé ed ha dei modi tutti suoi per comunicare con te, è vero anche che alcuni atteggiamenti sono tipici della specie, e valgono per tutti i cani. Ecco alcuni esempi:

         atteggiamento                                                        significato

 

  • Coda tra le gambe                                            paura (sottomissione)
  • Leccare le labbra/viso                                    saluto (sottomissione)
  • Leccarsi le labbra, girare il muso                pacificazione
  • Pancia all’aria                                                  sottomissione
  • Orecchie dritte                                                  attenzione (ascolto)
  • Orecchie all’indietro                                       attenzione (difesa)
  • Sguardo fisso negli occhi                              sfida (intimidazione)
  • Labbro sollevato e naso arricciato              intimidazione
  • Ringhio                                                              intimidazione
  • Abbaio                                                                richiesta di attenzione
  • Posteriore alzato e spalle a terra                 invito al gioco

17 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

L’ ALIMENTAZIONE

 Il cibo è un elemento importantissimo, sia per la salute del tuo cucciolo, sia perché ha un ruolo fondamentale per garantire l’equilibrio del gruppo sociale che, in questo caso, è la tua famiglia.

Sarebbe importante, almeno nei primi giorni, dare al cucciolo lo stesso alimento che gli somministrava l’allevatore.

Ogni cambio di alimentazione va ponderato attentamente e fatto in modo graduale.

Questa è la fase dello sviluppo: scegli per lui un alimento completo e formulato appositamente per questa fase della sua vita, così da garantirgli tutti gli elementi nutritivi che gli permettano di crescere sano.

Impara a leggere il cartellino dei prodotti che acquisti: se saprai interpretarlo, saprai anche capire la qualitĂ  del prodotto che hai scelto.

Controlla in che ordine sono riportati gli ingredienti sull’etichetta: per legge, il primo è quello presente in maggiore quantità. Se scegli un mangime completo e bilanciato, non servirà dargli nient’altro se non l’acqua fresca.

I cuccioli mangiano frequentemente, dalle 3 alle 4 volte al giorno, ed è importante che i pasti siano regolari, in modo da rispettare il loro orologio biologico.

Dai  la sua pappa sempre negli stessi orari, lasciagliela a disposizione per 15 minuti e poi ritirala, anche se lui non ha finito. Non guardarlo mentre mangia, ma allontanati, lasciandolo tranquillo.

In natura è il leader a mangiare per primo, ed è importante che questo avvenga anche nella tua famiglia: mangia prima tu e, solo quando avrai finito, fai mangiare anche lui. Non dargli mai bocconi dalla tavola: non solo gli fanno male, ma se è li con te mentre mangi, deve rispettare il tuo pasto.

22 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

COME EDUCARLO  A FARE I SUOI BISOGNI FUORI

 Se il tuo desiderio è quello di insegnargli a fare i suoi bisogni quando lo accompagni fuori per la passeggiata, segui questi consigli.

Portalo fuori dopo ogni pasto, dopo ogni riposino e anche dopo che ha giocato.

Sono questi i momenti in cui in genere ne ha bisogno. L’ideale sarebbe non utilizzare né giornali né tappetini, o si rischierebbe di fargli capire che ci sono circostanze in cui si può fare pipì in casa.

Al massimo, si può utilizzare il giornale nei primi giorni, posizionandolo vicino alla sua cuccia, ma è bene eliminarlo il prima possibile. Considera che, in natura, i cuccioli fanno i loro bisogni nella tana e che, quindi, per loro sarebbe giusto farli in casa.

Ricorda, ancora una volta, che è più importante premiarlo quando fa la pipì fuori che punirlo se la fa in casa. Evita assolutamente di sgridarlo se lo cogli in flagrante mentre fa i suoi bisogni.

Lui capirebbe che non deve farli quando ci sei tu e, in seguito, durante le passeggiate, si tratterrebbe per non essere punito, e li farebbe in casa quando non lo guardi.

Quando siete fuori e lui fa i suoi bisogni, aspetta che termini e poi premialo con un “BRAVO!”, o con un boccone. Prima di sgridarlo perché ha sporcato in casa, aspetta di aver avuto modo di premiarlo perché ha sporcato fuori:

il primo apprendimento che deve acquisire è dove sporcare, non dove non farlo.

Considera che il cucciolo, fino al 4° mese, non è perfettamente in grado di trattenere i suoi bisogni, per cui non essere troppo severo!

Infine, ricordati sempre di raccogliere i suoi escrementi, non solo in casa, ma anche all’esterno.

Negli ambienti chiusi puoi pulire i pavimenti con un disinfettante organico (non usare cloro o derivati ammoniacali) per poi strofinare con alcool: questo accorgimento toglierĂ  accuratamente gli odori, che potrebbero portarlo a risporcare nello stesso punto.

24 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

IL GIOCO

I primi giochi, quelli coi fratelli sotto lo sguardo attento della mamma, sono fondamentali per imparare le regole dello stare insieme, per conoscere le proprie capacitĂ , i propri limiti, ed imparare a controllarsi.

Interagendo con i fratelli, impara a controllare l’intensità dei propri morsi (morso inibito) perché, quando esagera, facendo male al compagno di lotta, ottiene un risultato per lui terribile: l’interruzione del gioco.

Per te e lui il gioco diventa soprattutto un divertimento. Ma è anche un momento importante, perché per te è un modo per educare il tuo amico e per imparare a comunicare con lui, per lui perché riesce ad esprimere in modo innocuo comportamenti innati come la caccia.

Ecco alcuni consigli per giocare insieme in modo costruttivo:

  • Non farlo mai giocare con le mani, ma usa sempre degli oggetti
  • Ignoralo se pretende di giocare con te o ti salta addosso: come leader, sei tu a decidere quando inizia e finisce il gioco
  • Scegli giochi diversi per forma, colore e consistenza: saranno piĂą interessanti
  • Lascia un paio di giochi sempre a sua disposizione, così imparerĂ  a giocare anche da solo
  • Tieni gli altri giochi in una scatola: i cani adorano ciò che non possono avere facilmente o che non è sempre a loro disposizione (un po’ come noi). In questo modo potrai proporgli ogni tanto un gioco che, per lui, è prezioso ed interessante, proprio perchĂ© pensa che sia del suo padrone.

21 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

CHE BELLO MORDICCHIARE!

I cuccioli devono “farsi i denti”: hanno bisogno di mordicchiare molto, come necessità fisica e comportamentale. Per evitare che prenda di mira il tuo mobile preferito o qualcosa di pericoloso, è bene fornirgli qualche oggetto adatto allo scopo.

Quando comincia a mordere la gamba del tavolo interrompilo con un “NO” secco, quindi chiamalo a te e proponigli, in alternativa, un gioco interessante.

Non fargli mollare la presa del mobile sostituendolo col gioco: penserebbe che lo stai premiando perché mordeva la gamba del tavolo! Se, invece, prima lo chiami a te e poi lo premi, capirà che è stato premiato perché ha risposto al richiamo.

34 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

COLLARE E GUINZAGLIO

E’ buona cosa che lo abitui fin dai primi giorni a portare un morbido collare. Può essere di diversi materiali (nylon, stoffa, pelle…), l’importante è che non sia troppo stretto (tra collo e collare dovrebbe poter passare un dito).

Inizialmente mettiglielo qualche minuto al giorno, mentre fa un’attività piacevole come mangiare o giocare poi, gradualmente, lasciaglielo indosso sempre più a lungo.

Quando si sarĂ  ben abituato potrai iniziare, sempre con gradualitĂ , col guinzaglio.

Scegli un posto conosciuto, meglio se in casa e, prima di metterglielo per la prima volta, faglielo annusare ed ispezionare, in modo che si accerti che non è una cosa pericolosa.

Comincia col lasciarglielo agganciato al collare penzolante, senza impugnarlo, e prova a insegnargli a stare vicino a te in questo modo.

Basta che tu stia leggermente chinato verso di lui con un oggetto interessante o un boccone in mano: se ti salta addosso o si agita ritira il premio.

Appena si rimette tranquillo accanto a te daglielo, e il gioco è fatto! A questo punto potrai impugnare il guinzaglio e farti seguire, sempre proponendogli una ricompensa.

Lentamente, passa poi dalla posizione chinata a quella eretta. Se quando il guinzaglio si tende si blocca, chiamalo dolcemente, e premialo quando si avvicina.

Non strattonare mai il guinzaglio. Se lui “tira” fermati, e riparti solo quando ti si avvicina. In questo modo imparerà che si va avanti solo se il guinzaglio non è teso.

29 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

LE PRIME PASSEGGIATE

E’ molto importante che  si abitui fin dal primo giorno a vedere altri cani, altri animali e persone, SOCIALIZZAZIONE e a fare esperienze diverse.

Bisogna incoraggiarlo ad avvicinarsi agli altri animali e ad interagire con loro, in modo che impari a socializzare. Non aver paura che un cane adulto lo aggredisca, l’interazione è fondamentale.

Difficilmente un adulto equilibrato infastidito da un cucciolo troppo insistente andrà oltre l’avvertimento. Sicuramente saprà insegnargli qualcosa, anche solo con un breve incontro.

I pericoli nel tenerlo isolato dagli altri cani sono molto maggiori di quelli che si corrono lasciandolo interagire.

Portalo in luoghi affollati e rumorosi, perché in futuro non li tema. Lascialo avvicinare dai bambini, donne, anziani: è importante che faccia il prima possibile tutte le esperienze che potrà rivivere da adulto.

Segui questi consigli anche se non ha ancora terminato il suo programma vaccinale, solo aspetta di averlo portato a termine prima di portarlo nelle zone maggiormente frequentate da altri cani.

38 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

L’ ANAGRAFE  CANINA

Assicurati che Spot sia stato iscritto all’Anagrafe canina del tuo Comune di residenza: è obbligatorio!

Rivolgiti al tuo veterinario per quanto riguarda il microchip di riconoscimento: esso viene applicato sottocute, in modo assolutamente indolore, nel lato sinistro del collo dell’animale.

Si tratta di una procedura obbligatoria per legge e molto importante: se in futuro si dovesse smarrire, grazie alla lettura del microchip (effettuabile dal veterinario) potranno risalire a te e riportarti lui.

36 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

IL VETERINARIO

 Scegli un veterinario di fiducia e portalo da lui  per una visita. Porta con te un campione di feci, che il veterinario analizzerà e controllerà che il cucciolo non abbia parassiti intestinali.

Il ciclo vaccinale del cucciolo ha inizio a 6 – 8 settimane di età circa. Alcune vaccinazioni sono obbligatorie, altre facoltative e possono essere fatte o meno a secondo dello stile di vita e dell’ambiente dove vive il cane.

Ne consegue che possono esistere programmi vaccinali diversi. La vaccinazione serve a stimolare il sistema immunitario, così che il cane alla fine del programma vaccinale è protetto con anticorpi nei confronti delle principali malattie.

Senza una corretta vaccinazione, il sistema immunitario non potrĂ  respingere adeguatamente gli agenti patogeni che sicuramente incontrerĂ .

Le principali malattie infettive sono parvovirosi, cimurro, epatite, leptospirosi e bronchite infettiva. Sono tutte altamente contagiose e possono essere difficili da curare.

La vaccinazione antirabbica è obbligatoria solo in alcune condizioni particolari, ad esempio per i viaggi all’estero, ed il tuo veterinario saprà consigliarti al meglio a questo proposito.

Ti verrà rilasciato un libretto sanitario, dove verranno registrate tutte le vaccinazioni e i trattamenti a cui  verrà sottoposto nel tempo, e che dovrai portare sempre con te quando ti sposterai con lui.

Per i viaggi all’estero sarà invece necessario farti rilasciare dall’ASL di riferimento il passaporto per animali da compagnia, indispensabile per portare il tuo amico all’estero.

28 cerco vendo annunci cuccioli boxer fulvi maschio femmina provincia bergamo brescia milano monza varese lecco como sondrio pavia cremona lodi lombardia veneto emilia piemonte italia allevamento amatoriale svizzera

I DENTI

Anche il cane ha una dentizione “da latte” ed una definitiva. Lui ora ha 28 denti e, quando sarà adulto, ne avrà 42. I denti da latte cominciano a spuntare a 3–4 settimane e, in un mese e mezzo circa, li avrà sviluppati.

Quelli definitivi cominciano a spuntare a 3-4 mesi, e a 6 mesi la sua dentatura  sarà completa.

IN CONCLUSIONE…

Ricordati che ogni cucciolo è un individuo unico, che può avere carattere ed esigenze particolari. Rivolgiti a persone di fiducia non solo per mantenere il tuo cane in forma, ma anche per farti consigliare sulla sua educazione.