Parrocchetto dal Collare

4 cerco compro vendo baby parrocchetto pappagalli dal collare ancestrale mutati con anello allevato a mano dai genitori in provincia di bergamo milano brescia cremona lecco monza brianza lodi varese verona como un imbecco coppia ripoduzione sessaggio

La taglia è di circa 40 cm, compresa la lunga ed affusolata coda, in forma ancestrale la colorazione principale è verde con coda sfumata di azzurro, il sottocoda giallastro, una sottile linea nera collega la cera del becco agli occhi, mandibola inferiore nera e mandibola superiore rossa con punta nera, l’iride è gialla.

In età adulta presenta un evidente dimorfismo sessuale: il maschio ha un collarino rosa soffuso di viola sulla nuca e una banda nera che và dal becco al collo (da qui ne deriva il nome Parrocchetto dal Collare) – la femmina ha una colorazione leggermente più pallida ed è priva del collare, inoltre le timoniere centrali sono più corte.I soggetti immaturi sono simili alle femmine.

E’ classificato in quattro specie:

Psittacula Krameri Krameri (quello sopra descritto);

Psittacula Krameri Parvirostris che si riconosce dal sopraccitato perché ha il becco più piccolo;

Psittacula Krameri Borealis che si evidenzia per il colore violetto sfumato di grigio sulla nuca ed è più diffuso;

Psittacula Krameri Manillensis (forse quello più comune sul mercato) che è uguale al P.K.Krameri come colorazione, ma leggermente di taglia superiore e con il becco più largo.

Distribuzione

Il suo ambiente naturale, sono le savane alberate, le foreste e le boscaglie, ultimamente non è raro vedere qualche colonia formatasi nelle città urbane creatasi per qualche probabile fuga da allevamento o da qualche privato.

E’ caratterialmente un animale sedentario, ma nelle zone agricole avvengono diversi movimenti specialmente nel periodo di raccolti abbondanti.

Vive nell’Africa centro/settentrionale dalla Guinea al Senegal, alla Mauritania, all’Uganda, al Sudan, all’Etiopia e alla Somalia(questo per il P.K.Krameri

e P.K.Parvirostris), in Asia, Pakistan occidentale, Afghanistan, India, Nepal, Birmania e Ceylon (le specie P.K:Borealis e P:K.Manillensis)

Allevamento

La facilità con cui si reperiscono sul mercato e la vastissima scelta delle mutazioni fa si che molti allevatori ormai da parecchi anni sia in possesso di almeno una o due coppie di questa meravigliosa specie.
Oltretutto cosa molto importante è una delle tre specie esistenti che non abbisogna di nessuna documentazione CITES – questo proprio per il fatto che si riproducono senza alcun problema e di esemplari in circolazione c’è né sono parecchi.

Caratterialmente sono tranquilli, ma con voce potente quando decidono di farsi sentire.

cerco compro vendo baby parrocchetto pappagalli dal collare ancestrale mutati con anello allevato a mano dai genitori in provincia di bergamo milano brescia cremona lecco monza brianza lodi varese verona como un imbecco coppia ripoduzione sessaggio


 Alimentazione

Per quanto riguarda l’alimentazione bisogna fornire loro un misto di semi per parrocchetti con una bassa percentuale di semi di girasole – verdure fresche di vario tipo ad esempio cavoli – verze – spinaci – carote – bietole – granoturco (specie le pannocchie ancora immature), ed altro ancora, fornire poi la frutta anche qui si può spaziare dalla classica mela – pera – more – arancia – melograno ( ne sono ghiotti) – melone – kiwi – uva – ecc (attenzione che l’avocado per tutti i pappagalli è altamente tossico, quindi non somministrarlo mai) e durante l’allevamento dei piccoli un pastoncino all’uovo e dei semi germinati si può anche far bollire del riso integrale (ricco di fibre) ad un misto di legumi e mescolarlo poi a piacere con dell’uva sultanina – pinoli – frutta e/o verdura) inoltre amano alcuni tipi di bacche come quelle della rosa canina – pyracanta – sambuco (alcuni gradiscono anche il fiore) – mirtillo – tutti gli alimenti freschi si danno in giornata e alla sera si buttano in quanto potrebbero fermentare e danneggerebbero la salute dell’animale stesso.

Riproduzione

Come già detto sono pappagalli prolifici, raggiungono la maturità sessuale dopo il terzo anno di età.

Il maschio incomincia a corteggiare la femmina con dei rapidi movimenti con la coda e muovendo la testa per attirare l’attenzione, spesso la pupilla si dilata e si restringe per il forte eccitamento.

Se la femmina accetterà il corteggiamento, avverranno diversi accoppiamenti della durata di circa quattro minuti. Il nido 30 x 30 x 50/60 di h. con un diametro di 8 cm – va messo tra marzo/aprile riempirlo con uno strato di trucioli di legno.

La femmina deporrà da 2 a 6 uova a giorni alterni, ed incomincerà a covare già dalla deposizione del primo uovo. Il periodo d’incubazione dura 24 giorni, i pullus nascenti saranno completamente nudi privi anche del solito piumino che si presenta in altre specie, appena alla terza settimana di età incominceranno a spuntare le prime piume.

I piccoli s’involeranno tra la sesta e la settima settimana e saranno ancora dipendenti dai genitori per circa due settimane dopo tale periodo si potranno considerare completamente indipendenti.

Il parrocchetto dal collare di solito fa una covata all’anno, ma può succederne una seconda, specie se la prima covata fosse stata sterile

3 cerco compro vendo baby parrocchetto pappagalli dal collare ancestrale mutati con anello allevato a mano dai genitori in provincia di bergamo milano brescia cremona lecco monza brianza lodi varese verona como un imbecco coppia ripoduzione sessaggio

Allevamento a mano

Diventanto il più ampiamente distribuito di tutta la specie di parrocchetti, il Parrocchetto dal Collare è divenuto un animale popolare domestico aviario come la cocorita.

Questi due uccelli sostanzialmente molto differenti sono accomunati delle stesse caratteristiche che rendono uno di loro desiderabile, sono entrambi uccelli che si addomesticano facilmente, imparano il discorso con facilità e vengono riprodotti ormai in una varietà incredibile di colori.

Questi grandi parrocchetti graziosi sono coperti di colore pastello che variano dal giallo al verde all’azzurro.

Si vantano le code lungamente affusolate ed i maschi mettono in mostra quasi sempre un becco rosso.

Hanno uno stato naturale della piuma perfetto ed un portamento elegante che non possono essere ignorati. Psittacula è il nome scientifico per i Parocchetti dal Collare del quale conosciamo quattro celebri sottospeci: Borealis del P. k., manillensis del P. k., parvirostris del P. k. e krameri del P. k..

Tutte queste specie sono molto simili nei colori, con il Parrocchetto indiano che è il più allevato quindi il più generalmente disponibile.

Originario dalle zone dell’Africa, della Malesia, dell’India e dell’Indonesia, questi parakeets sono diventati facilmente animali domestici amabili e delicati. Infatti, allevandoli allo stecco(a mano) sin da piccoli è possibile ottenere risultati stupefacenti,questi infatti diventeranno rapidamente abbastanza docili e amorevoli.

Per effettuare un legame con il proprietario a queste creature sociali devono essere date molte attenzioni e tempo quotidianamente.

L’allevamento del Parrocchetto può essere un’esperienza molto divertente e gratificante.

La maggior parte delle mutazioni sono molto belle ed il numero di combinazioni possibili di colore è un’ispirazione emozionante ai selezionatori.

Come animali domestici, un mito generalmente superato è che i Parrocchetti maschi siano più domestici delle femmine.

Ma solo la nostra esperienza e la personalità dell’uccello così come la quantità di attenzione che esso riceve in maniera regolare determineranno la domesticabilità dell’animale sia che si tratti di maschi che di femmine.

Una volta insegnato loro a parlare correttamente, questi bellissimi pappagalli possono acquistare facilmente un vocabolario esteso.

La loro abilità parlante può paragonarsi a quella delle calopsite o di più piccoli uccelli simili, anche se il loro discorso non può essere abbastanza chiaro quanto quello delle specie più grandi di pappagallo.

Il Parrocchetto comincia solitamente a comunicare a circa un anno e molti cominciano ancora prima. Sono uccelli altamente intelligenti e sono stati segnalati alcuni che hanno imparato fino a 250 parole.

Mentre non tutti i P.d.C. hanno la possibilità di raggiungere questo livello sbalordente di discorso, molto del loro sviluppo vocale ed educativo dipende dall’importo e la qualità di tempo che il proprietario spende per l’istruzione e il loro l’addestramento(si tenga sempre presente che si sta generalizzando ed ogni uccello è un caso a se, giusto come i bambini.

Nessun Parrocchetto comincerà a parlare esattamente allo stesso tempo, né acquista padronanza delle stesse parole o numero di parole.) I P.d.C., come con la maggior parte degli altri Pappagalli, possono essere molto distruttivi quindi piuttosto che dire costantemente “no!” quando il vostro uccello tenta di demolire qualcosa, mettiamoli dei giocattoli a disposizione.

Con questa precauzione eviterete lo smantellamento della vostra mobilia.

Con la loro configurazione snella e affusolata, questi uccelli sono capaci di grandi velocità ed i proprietari dovranno stare molto attenti per impedire le eventuali fughe.

Le gabbie si consiglia acquistarle un po’ più grandi del normale per non rovinare le loro code lunghe..

Se li alleverete con tempo sufficiente di qualità e di attenzione, i P.d.C sono molto amichevoli e giocherelloni, uno degli uccelli più bei ho incontrato mai.

Dipendono da noi per la loro buona salute e felicità ma saremo ripagati ampiamente.

Avere un Parocchetto per un animale domestico è diverso da qualsiasi altra esperienza che avete mai immaginato.

Un rapporto con uno di questi splendidi uccelli lo ricorderete per sempre.